«Il nostro problema non era la produzione, bensì la consegna»

La crescita economica della famiglia Rohner grazie all’abbonamento ortaggi online



Dal 2014 Carina e Heinz Rohner gestiscono un’azienda agricola nella valle del Reno sangallese, appartenente alla famiglia da tre generazioni. Due anni dopo aver assunto la gestione della fattoria, hanno avviato la vendita dei propri prodotti regionali attraverso uno shop online. Abbiamo parlato con la coppia del loro «Gmüasbox» (box di ortaggi), delle loro esperienze e dei loro successi.




Com’è diventato agricoltore, signor Rohner?

Heinz Rohner: L’agricoltura è stata parte della mia vita fin dalla nascita e mi ha sempre affascinato. Già da bambino accompagnavo mio padre nei campi. Oggi gestisco la fattoria dei miei genitori insieme a mia moglie.


Cosa producete nella vostra fattoria? 

Heinz Rohner: La nostra azienda è specializzata nella produzione di ortaggi. Su una superficie di circa 25 ettari coltiviamo broccoli, cavolfiori, cavoli rapa, diversi tipi di insalata, carote, patate e molto altro ancora, tra cui anche alcune antiche varietà di ortaggi. A ciò si aggiunge la coltura foraggiera con cui garantiamo l’approvvigionamento delle nostre mucche per tutto l’anno.



Chi sono i vostri clienti?

Heinz Rohner: Vendiamo la maggior parte dei nostri prodotti a clienti che vengono nel nostro punto vendita diretto, ad aziende di ristorazione dei dintorni e a commercianti al dettaglio della regione. Distribuiamo solo una piccola parte della produzione attraverso il commercio all’ingrosso.



Per voi quindi la vendita diretta è molto importante?

Heinz Rohner: Sì Coltiviamo diverse varietà per piccoli acquirenti che apprezzano la diversità. Per il commercio all’ingrosso coltiviamo solamente due o tre tipi di ortaggi nelle relative quantità. 



Vendete i vostri prodotti anche online. Come avete iniziato?

Carina Rohner: Molti dei clienti che venivano in negozio mi dicevano che sarebbero venuti volentieri più spesso a fare acquisti, ma che gli mancava il tempo. Lo so anch’io com’è. Io per esempio non ho tempo di andare in città per acquistare vestiti, per cui li ordino online e me li faccio recapitare a casa. 

Perché questo sistema non dovrebbe funzionare anche con gli ortaggi? Insieme a mia sorella ho realizzato un’offerta online sotto forma di box di frutta e verdura. Una volta pronti, abbiamo presentato il nostro «Gmüasbox» alla fiera di primavera di Altstätten (SG). L’offerta ha suscitato un grande interesse e abbiamo ricevuto subito le prime ordinazioni.



Quindi le cose sono andate come previsto fin dall’inizio?

Carina Rohner: Non proprio. All’inizio ci aspettavamo un modesto numero di ordinazioni che intendevamo consegnare personalmente. Invece il successo dell'offerta ci ha presi alla sprovvista. Per la prima consegna dei «Gmüasbox» ci è voluto un giorno intero. Per farla breve, avevamo sottovalutato completamente l’impegno logistico. 



Come avete superato la sfida?

Heinz Rohner: Il nostro problema non era il confezionamento dei box di ortaggi, bensì la loro consegna.


Carina Rohner: Per fortuna, già in occasione della fiera di primavera, la Posta ci aveva informato in merito alla sua prestazione di recapito di prodotti regionali. Dopo l’esperienza della prima giornata di consegna, contattai la Posta per sondare la possibilità di un’eventuale collaborazione.



Alla fine che cosa vi ha convinto a collaborare con la Posta?

Carina Rohner: I postini raggiungono praticamente ogni giorno tutte le economie domestiche e conoscono benissimo la regione. Sono le loro competenze di base. Inoltre, mi ha sorpreso positivamente la rapidità di reazione della Posta: è stato possibile affidare ai postini già parte della consegna successiva. Si è sviluppata un'ottima collaborazione priva di inutili complicazioni. 


Heinz Rohner: La collaborazione con la Posta ha alleggerito il nostro carico di lavoro. Inoltre, grazie al suo supporto logistico, in breve tempo siamo riusciti a estendere la nostra attività a nuove regioni e quindi a crescere. 



Quali altri insegnamenti avete tratto dalle prime esperienze?

Carina Rohner: Abbiamo imparato quanto tempo richiede la gestione dell’offerta dei box. Da un lato il lavoro amministrativo, come la fatturazione e la gestione clienti, dall’altro la comunicazione e il marketing. Abbiamo presto capito che con gli abbonamenti potevamo ridurre la mole di lavoro necessaria per la fatturazione e la pianificazione.

Delizie recapitate a casa
Gli amanti dei prodotti regionali possono ordinarli online da un contadino della zona e farseli consegnare a casa dalla Posta.
Leggere l’articolo
Prodotti freschi direttamente dall’azienda agricola
Cinque domande per il responsabile del progetto Stefano Di Renzo
Leggere l’articolo
Parallelamente è cambiato anche il lavoro nella fattoria?

Heinz Rohner: Con il lancio del box abbiamo deciso di ampliare il nostro assortimento. Oggi coltiviamo molte più varietà, in modo da poter proporre ai nostri clienti un’offerta diversificata. Questo si ripercuote anche sull’organizzazione dei campi: più varietà, superfici più piccole e sempre qualche novità da sperimentare. Allo stesso tempo anche il lavoro quotidiano ha acquistato maggiore versatilità, il che è apprezzato soprattutto dai nostri collaboratori.



Il «Gmüasbox» è disponibile tutto l’anno. Il contenuto è sempre stagionale e regionale?

Heinz Rohner: Nel frattempo i consumatori sono abituati a poter acquistare frutta e verdura in ogni stagione. Abbiamo constatato che non è sufficiente offrire nel box solamente le nostre varietà di ortaggi stagionali. Poiché non abbiamo serre, d’inverno nel nostro «Gmüasbox» potremmo offrire solamente verdure come il cavolo. Per questo acquistiamo anche frutta e verdura regionali, così siamo in grado di rifornire i nostri clienti tutto l’anno.

Un’ultima domanda: Che cosa vi dà la spinta?

Heinz Rohner: I clienti che sono felici di ricevere la nostra verdura fresca. Lo scorso inverno, intorno a Natale, alla fattoria abbiamo organizzato un evento per tutti gli abbonati. È stato bello constatare la grande soddisfazione dei clienti nei confronti della nostra offerta.


Grazie del colloquio e delle interessanti informazioni.